Tumore al seno

Biomedica Tortonese pone la massima attenzione alla salute, soprattutto alla prevenzione del tumore al seno. Per questa ragione ha avviato diverse collaborazioni e partnership, per assicurare ai pazienti un ventaglio di servizi e indicazioni utili a prevenire numerosi disturbi e patologie.

istituto-europeo-oncologiaCon la dott.ssa Elisabetta Maria Cristina Rossi, della Divisione di Senologia dell’Istituto Europeo di Oncologia, affrontiamo il delicato argomento del tumore al seno, per comprendere l’importanza di semplici esami diagnostici e pratiche che possono diventare determinanti per la salute femminile.

 

Tumore al seno

 

Cosa dobbiamo sapere?
La senologia è la disciplina che si occupa specificatamente delle patologie della ghiandola mammaria.

 

Perchè dobbiamo fare i controlli al seno?
Il tumore al seno, per le donne, è la principale causa di morte nel mondo. In Italia ogni anno si contano 35.000 nuovi malati e 15.000 morti.

 

Cosa possiamo fare?
Prevenire! Sottoponendoci a controlli senologici periodici per arrivare a una diagnosi precoce.

 

Cos’è il tumore al seno?
Il seno è un organo composto da tessuto ghiandolare e adiposo. La parte ghiandolare è divisa in lobi (in media 20/25 per seno). Si parla di tumore quando le cellule cominciano a proliferare in maniera incontrollata. Inizialmente la proliferazione è localizzata nella ghiandola mammaria (stadi iniziali), ma con il tempo le cellule invadono i linfonodi generali e altri distretti (metastasi). Se il cancro viene identificato allo stadio iniziali la sopravvivenza a cinque anni nelle donne curate è superiore al 90%. Ecco perchè è fondamentale la diagnosi precoce eseguendo periodicamente i controlli prescritti dal senologo.

 

Conosci il tuo corpo
Ogni donna deve imparare a conoscere il proprio corpo senza ansie, per individuare eventuali cambiamenti e rivolgersi al medico. Ê bene prestare attenzione a: noduli, secrezioni, retrazione del capezzolo, alterazioni cutanee (come grinze e affossamenti). L’autopalpazione, però, non sostituisce assolutamente la visita senologica (ecografia e mammografia). E’ importante riuscire a rilevare un eventuale cancro prima della scoperta con palpazione.

 

Quando bisogna iniziare i controlli?
Tutte le donne tra i 25 e i 75 anni devono svolgere una visita annuale ed eseguire gli esami specialistici consigliati.

 

Quando eseguire la mammografia?
Bisogna eseguirla annualmente a partire dai 35/40 anni (a seconda del tipo di seno)

 

E’ possibile eseguire solo la mammografia e non l’ecografia? NO!
Sono esami complementari e non sostitutivi. E’ sufficiente la solo ecografia prima dei 35 anni e la sola mammografia dopo i 65 anni (con seno in involuzione adiposa post-menopausa).

Umberto Veronesi, una vita dedicata alla ricerca e alla prevenzione

Erano gli albori degli anni ’80 del secolo scorso e, tra le tante piccole e grandi rivoluzioni che segnarono un decennio ricco di contraddizioni e notevoli risultati (che forse non a caso trovano eco negli ultimi mesi), si affacciava nel mondo scientifico la pubblicazione di una ricerca clinica iniziata oltre dieci anni prima, nel 1969. Il termine medico intorno al quale ruotava la discussione era quadrantectomia e il luogo era Milano.

Una parola, quadrantectomia, non di uso comune, non intuitiva, che fonde radici latine e greche e contiene l’affilato e crudo significato di taglio, rescissione. Ma questa parola, all’apparenza un po’ fredda e meccanica, con la sua storia recente è in realtà un mondo ricco di impegno, lotta, ricerca: applicate alla chirurgia, alla società, ai media, alla cultura, fino alla politica. E il denominatore comune non è uno, ma duplice: è Umberto Veronesi e, con lui, la donnaContinua la lettura

Scarica il materiale informativo
Prenota ora!
0131 862002

dal lunedì al venerdì
dalle 9.00 alle 18.00
sabato dalle 9.00 alle 12.00
Possibilità di appuntamenti fuori orario di apertura